Menu
Carrello 0

Zen e l'arte del grimaldello.

Pubblicato da Chris Dangerfield on

Probabilmente non ti sorprenderà sapere che una delle domande che ricevo regolarmente (seconda ovviamente a "Dov'è il mio ordine?") È "Quanto ci vorrà per imparare a raccogliere le serrature?" A volte non è così incoraggiante, solo un semplice "quanto tempo finché non riesco a raccogliere i lucchetti?" O, a volte, un semplice "quanto tempo ci vuole?" Non sarei sorpreso se un giorno ricevessi una mail chiedendo freddamente "Quando?", Tale è la natura della nostra cultura, immediatamente gratificante, usa e getta, in cui il viaggio è considerato un ostacolo e la destinazione tutto. Certo, tutti noi vogliamo aprire questa dannata cosa, ma è la non apertura a rendere tutto ciò che vale la pena: se l'apertura fosse tutto lì - usare una chiave. Faccio del mio meglio per rispondere a tutte le e-mail di zillion-day che ricevo come venditore di lock-pick online, ma questo prende la mia capra. Manca così tanto, che soffoca un'esplosione altrimenti incredibile. Puzza di vita nella corsia di sorpasso; non ha tempo per le sottigliezze delle nostre brevi vite, dettagli e indulgenze senza le quali siamo puramente passivi. Se mi chiedi quanto tempo ci vuole per imparare a raccogliere le serrature, ti chiederò "Quante serrature?".

Il lock picking è un'arte in quanto coinvolge il lock picker con una certa ricerca della verità, c'è un elemento di dissidenza, l'appello di una protesta a una politica convenzionale (di sicurezza), a cosa serve una serratura, come dovrebbe funzionare e come dovrebbe essere utilizzato. Il lock picking - essenzialmente benigno in sé e per sé - racchiude molti dei temi che hanno ispirato l'uomo ad andare oltre non solo ciò che ci si aspetta, ma anche ciò che si credeva possibile. Aprire una serratura equivale alla somma delle sue parti, scassinare una serratura è di più, molto di più. Non vendo grimaldelli, mi occupo dell'infinita contraddizione degli enigmi.

Perché, quando ho una chiave, devo preoccuparmi di scegliere? Perché, quando ho un piccone, mi preoccupo di urtare, poi di rastrellare, poi di imprimere, di bloccare? La risposta è davvero zen, l'apertura della serratura non è il mio scopo, mi sono perso nella non apertura della serratura, e da qualche parte all'interno di quel paradigma infinito mi ritroverò. Il mio impegno è con la poetica di un puzzle - di un approccio logico di una meccanica contro un mezzo stabilito. Sto spingendo perni, sto tenendo un N ° mm di una shearline per lavorare a modo mio intorno a un design diverso. È come ballare su per le scale. C'è un modo più semplice per arrivare in cima, ma non sarà ricordato, le scale mi impongono al di là di me stesso, fuori da me stesso - quasi completamente auto. Danzando le scale, reclamando il mio movimento, creo un posto per me stesso nel mio spazio piuttosto che essere dettato dal solito flusso di forme. Bloccano i raccoglitori, con i loro jeans polverosi e le T-shirt sbiadite in stile, minimal, delicati ma sfacciati, con la musica di spilli slittati e metalli stanchi. Così tanti ping e clic si combinano in questa orchestra di non apertura che, mentre ci sediamo in questa piccola opera, curva e accigliata, siamo lontani dai sentieri battuti, non stiamo seguendo un percorso, ne stiamo facendo uno nuovo .

Quindi quanto ci vorrà per imparare a raccogliere le serrature? Forse un'ora, forse un giorno forse una settimana? Quanto tempo ci vorrà per diventare un raccoglitore di serratura? Per sempre, se sei fortunato.

 

 


Condividi questo post



← Post precedente Newer Post →